DOWNLOAD
Elettroformatura senza Cadmio (Cd)

Secondo il Regolamento (UE) n. 494/2011, in modifica al Regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH) per quanto riguarda l’allegato XXVII (Cadmio), saranno vietati l’uso e l’immissione sul mercato di articoli di gioielleria, bigiotteria e accessori contenenti più dello 0,01% di cadmio (espresso in peso).  Ciò equivale a dire che per ogni grammo di questi oggetti il limite massimo di Cadmio ammissibile sarà 0,01 gr.  Ad oggi, tutti i gioielli prodotti in elettroformatura 14 kt e 18kt contengono una percentuale di cadmio che può variare dal 5% al 7% e quindi non più idonei ad essere immessi nel mercato. Facendo riferimento alla normativa sopra illustrata e grazie alla nostra esperienza pluriennale nel campo della chimica di settore, abbiamo sviluppato un nuovo processo galvanico di elettroformatura che non contiene Cadmio in grado di sostituire i vecchi processi galvanici contenti Cadmio.

FOTOGALLERY

Elettroformatura

I prodotti di oreficeria in elettroformatura contengono una certa percentuale di cadmio che solitamente viene aggiunta all’oro per migliorarne le proprietà meccaniche, senza questo metallo un gioiello si romperebbe per effetto della “frattura differita”, un fenomeno che interessa appunto i gioielli elettroformati.

Il cadmio però data la sua tossicità è stato bandito dal 10 gennaio del 2012 dall’Unione Europea.

ITALFIMET data l’esperienza pluriennale nel campo della chimica di settore, ha sviluppato un innovativo processo galvanico di elettroformatura che non contiene Cadmio in grado di sostituire i vecchi procedimenti.

Il bagno galvanico prodotto, deposita una lega di Oro Rame in varie carature garantendo ottimi risultati in termini di qualità e caratteristiche chimico fisiche, pari ai vecchi processi.

Questo bagno galvanico, inoltre, si caratterizza per la sua perfetta compatibilità con tutti gli impianti già esistenti utilizzati per realizzare elettroformatura.